Erano 7 anni che attendevo questo momento, ora dopo 4 ore di patching potevo finalmente cliccare su login, crearmi il personaggio ed entrare nel mondo di Agon, ero eccitatissimo all'idea di poter finalmente tornare a dilettarmi in un gameplay simile a quello di ultima online, quindi mi feci forza, tirai un bel respiro ed entrai nella creazione del personaggio.

La schermata della scelta delle razze era senza ombra di dubbio suggestiva, Umani, Mirdain (elfi), Nani, Orchi, Mahirim (Lupi) ed Alfar sono le razze giocabili, tutte molto carine e ognuna con le proprie caratteristiche, i Mirdain sono indubbiamente i migliori arceri, gli orchi sono molto grossi e forti, i Mahirim potevano correre a 4 zampe senza la mount, gli Alfar invece, i cattivi di turno, KoS con l'intero mondo mi prendevano molto, ma decisi comunque di restare sul classico, almeno per questa mia prima avventura, quindi scelsi la razza più ovvia e versatile del gioco, gli Umani. Le solite cose, barba capelli, faccia, tatuaggi, in questo momento c'é poco da scegliere ma a me importava davvero poco delle caratteristiche fisiche del mio personaggio, avevo atteso anche troppo, dovevo entrare in game a tutti i costi, quindi scelsi il nome e finalmente entrai.

The Day One

Il primo impatto non fu dei migliori, non nascondo una certa delusione quando per la prima volta loggai. I personaggi non erano un gran che, le animazioni nemmeno, gli effetti di magie e colpi lasciavano un po a desiderare, si vedeva che il motore grafico con cui erano state sviluppate era molto vecchio, ma dall'altra parte c'era il mondo disegnato davvero molto bene, case, castelli, alberi, rocce, fiori, le nuvole in celo che si muovevano, degli ottimi effetti di luci ed ombre, gli alberi venivano scossi dal vento e le ombre delle foglie per terra erano davvero ben fatte come il ciclo giorno/notte che finalmente tornava ad aver un senso.

Dopo essermi girato intorno per un po la prima cosa che decisi di fare era studiarmi l'interfaccia, cliccai quasi per errore il tasto destro e si aprirono un sacco di finestre su cui iniziai a giocare.

Tutto molto grezzo ma soprattutto molto intuitivo, il paperdoll dove vestire il personaggio, le opzioni, il jurnal fatto molto bene anche se molto lento, dove poter trovare oltre ad una dettagliatissima mappa del mondo in stile google earth anche le varie statistiche, quest, kill di mob e di players, morti, insomma c'era un sacco di roba, il nostro zaino, finalmente erano scomparsi quegli odiosissimi slot, potevamo tornare alla vecchia bag di UO dove poterci organizzare gli oggetti come meglio credevamo senza limiti di numero, soltanto con un limite di peso. L'interfaccia in parole povere non era un gran che, c'erano le cose essenziali e per ora non avevo bisogno di altro.

Impugnai la mia spada da newbie e mi diressi verso il primo NPC nella piazza. La prima cosa che notai fu l'innovazione della visuale, costretto in prima persona fino a che non si estraeva l'arma principale, in quel caso si andava automaticamente in terza persona, ma una terza persona senza zoom, molto vicina al personaggio, dovevo sicuramente farci l'abitudine.

Eccoci alla prima innovazione significativa, niente targetting sistem, non si possono targettare ne i mob ne i player e sopratttutto niente nomi sulla testa, a volte un npc sembra un player e viceversa, questo ci da la possibilità reale di nasconderci abilmente tra l'erba alta oppure dietro un albero senza che nessuno ci veda, mob inclusi.

Le prime due quest erano molto chiare, uccidere 4 goblin e recuperare 4 goblin axe, nella mini mappa apparvero tre punti di spawn dei goblin, molto semplice il quest tracker, mi diressi verso il primo accampamento. Lo sprint è molto utile, soprattutto perché consuma davvero poca stamina e si può sprintare per molto tempo, cosi raggiunsi il primo accampamento senza problemi.

Eccolo li il mio primo Goblin, era di spalle, lontano, chissà come funzionava l'aggro in questo gioco, magari aveva un range......si è girato verso di me....mi guarda? No ma figurati.....eccome se mi guarda!!! Il Goblin tirò fuori l'arco ed inizio a tirarmi frecce, incredibile, mi ha visto da così lontano pensai, mi nascosi dietro un albero ed attesi di vedere cosa succedeva. Il Goblin venne verso di me, ed io lo attendevo con pazienza, appena fu a portata di tiro iniziai a dargli spadate, era esattamente come giocare ad un qualsiasi FPS, miravo, cliccavo e lanciavo i miei colpi, all'inizio il combattimento non sembrava differenziarsi da ogni altro gioco, a parte per il fattore FPS, ma solo all'inizio, arrivato all'incirca a metà vita il Goblin iniziò a girarmi intorno, come fanno solitamente i players durante il pvp, non riuscivo a prenderlo, non girava sempre nello stesso senso, cambiava spesso, indietreggiava, andava a zig zag e ad un certo punto iniziò a scappare, e credetemi, scappava meglio di quanto potessi fare io, si nascose dietro una roccia e quando si accorse che potevo colpirlo si diresse sprintando verso i suoi amici. Ovviamente il mio primo combat fu un disastro, riuscii ad uccidere il caro Goblin corridore ma i suoi amichetti mi stesero in poco tempo. Notai però che il sistema di Real Loot funzionava bene, la tomba del Goblin aveva davvero dentro ciò che avevo visto addosso al goblin, sia l'arco con cui mi sparava da lontano, sia la spada e lo scudo che aveva equippato quando mi è arrivato corpo a corpo. Ero per terra agonizzante che chiedevo aiuto quando mi diedero il colpo di grazia, sperimentai la morte su Darkfall circa 20 minuti dopo la creazione del personaggio e tornai in città.

 

Ma vai a lavorare.....

Dopo aver sperimentato il combattimento, la morte e dopo esser riuscito a completare le quest decisi che era tempo di provare altro, anche perché la quest successiva mi diede come reward un piccole ed un ascia, allora capii che era tempo di sperimentare anche l'hervesting e il crafting.

Esattamente come su Ultima Online ogni albero del mondo, era hervestabile, niente più zone specifiche e niente più ricerche intili di risorse in giro per la mappa. Passai ben 3 ore a raccogliere legna da ogni albero del circondario e mi diedi anche al mining, visto che esattamente come gli alberi anche le rocce presenti erano tutte minabili, all'inizio pensai fosse una caratteristica della città di partenza, quindi mi allontanai per vedere il resto del circondario e continuai a minare ogni roccia e falciare ogni albero mi trovassi davanti.

Come ogni gioco che si rispetti avevo bisogno di altri tool per completare la mia corsa verso il crafting, dovevo tagliare la legna che avevo hervestato quindi mi comprai una sega, che tra l'altro era davvero enorme, comprai per prima cosa la skill Armorsmithing per costruire armature, un martello da blacksmither e con gli ultimi soldi che mi erano rimasti una pinza per smeltare il metallo. Sia lo smelting che il woodcutting sono molto semplici, ci si avvicina al banco si preme il tasto azione e compare una finestra con le varie ricette, si seleziona ciò che si vuole e si completa il lavoro. Riuscii a farmi diversi lingotti di ferro e diverse assi di legno, le pelli le avevo lootate dai goblin, quindi era tempo di craftare.

L'armorsmithing ti da l'opportunità di costruire diversi tipi di armature, da quella di metallo, alla chain, alla full plate, fino alle armature più suggestive come la dragon armor o la Infernal Armor, riuscii a costruire la mia prima chain armor che ovviamente non mi durò molto, il primo Orco player che incontrai in mezzo alla foresta mi uccise e si portò via tutto.

Tutto sommato il crafting è molto completo, si può costruire ogni tipo di arma, dalle spade alle alabarde fino agli archi e le frecce, ogni tipo di armatura, pozioni addirittura le mount, molto semplice e soprattutto molto divertente.

Fin che la barca va

Il mondo di Agon è davvero immenso, ci sono un sacco di città ed avamposti, si passa dalle ridenti cittadine fiorite della regione umana alle desolanti e cupe radure degli Alfar, ogni regione ha le proprie caratteristiche geofisiche e nulla vi potrà fermare durante i vostri viaggi nemmeno le montagne che sono facilmente scalabili.

Grazie allo sprint si può viaggiare abbastanza velocemente, anche se la stamina non dura per sempre, se si vuole viaggiare davvero bene bisogna munirsi di una mount, ogni razza ha la propria mount che si summona grazie ad un oggetto nell'inventario, ma bisogna fare attenzione perché possono sia uccidere che rubare la vostra mount ed ogni razza può cavalcare qualsiasi tipo di mount.

Non solo le terre sono esplorabili, anche il mare lo è, e sempre grazie al crafting si possono costruire diversi tipi di imbarcazioni, dalle barchette piccole fino ai galeoni armati di cannone per il pvp in mare aperto.

Il mondo offre oltre alle solite zone e città anche tantissime piccole isolette da esplorare, ognuna tra l'altro con accampamenti di mob, dungeon e segreti da scoprire, Darkfall attualemnte è l'unico mmorpg in commercio in cui esplorare avrà un senso logico.

 

Pro:

  • Sistema di Combat Divertentissimo

  • Crafting bel fatto ed intuitivo

  • Indubbiamente il miglior PvP mai visto

  • Economia Player Driven.

Contro:

  • Grafica non eccezionale motore molto vecchio

  • Sistema di chat davvero mal fatto

  • Interfaccia molto povera

  • Gestione delle visuali mancante

 

Voto Tecnica

Il motore grafico di Darkfall è davvero molto vecchio, I personaggi non sono un gran che anche se il mondo e ben disegnato si nota il datato engine, questo sicuramente non aiuta ad apprezzare al meglio il titolo.


Voto Lore

I Player determineranno il lore e la storia del mondo, grazie alla conquista dei territori, ogni territorio sarà edificabile e soprattutto conquistabile dalle gilde. Questo darà la possibilità alle gilde e ai players, una volta implementato il sistema, di poter “creare” la storia di Agon.

 
Voto Crescita


Essendo un gioco Skill based e non level based ogni personaggio ha la possiblità in qualche modo di differenziarsi dagli altri, le skill salgono usando un determinato oggetto, ogni arma ha la propria skill che salirà usando l'arma in questione, anche le magie hanno la propria skill che faranno salire usandole anche il ramo magico a cui sono collegate.

Stesso discorso per il crafting e per ogni cosa implementata nel gioco, per alzare mining si dovrà minare, per alzare weaponsmithing bisognerà costruire armi, per alzare la velocità di corsa bisognerà correre e cosi via.


Voto Interazione


Il mondo ha pochi npc, vendono, comprano ed offrono skills,

Voto Mondo

Agon come già detto è davvero immenso e completamente esplorabile, grazie alle mount e alle barche si potranno raggiungere posti davvero sperduti, viaggiare ed esplorare avrà un senso, centinaia di isolette con mob, dungeon e tesori nascosti, oltre al fatto che si possono trovare ottimi nascondogli o basi operative per le nostre gilde lontane da occhi indiscreti. Una volta implementato l'housing inizierà la corsa per la conquista dei territori quindi la faccia del pianeta cambierà inesorabilmente.


Commento:

Finalmente un gioco stile Ultima Online in grafica 3D, erano anni che aspettavo un titolo simile, dopo il primo impatto deludente, quando si passa un po di tempo in game si apprezza la giocabilità ed i contents, il gioco offre davvero tantissimo divertimento, ci sono un sacco di skill, la caratterizzazione del personaggio è molto varia, sicuramente Darkfall farà molto scalpore anche se bisogna ammettere che sarà più che altro un gioco di “nicchia” e soprattutto non per tutti.

 

Sito Ufficiale